Servizi Regionali

4.2. Deposito e gestione APE

Torna all'indice F.A.Q.
4.2.a. Quando sussiste l’obbligo di dotazione e allegazione agli atti dell’APE?
4.2.b. Quali sono i modelli di APE che, in base alla normativa vigente, possono essere considerati idonei?
4.2.c. Quali sono i compiti del Comune riguardanti la gestione degli APE depositati presso gli uffici comunali in data antecedente al 1 settembre 2011?
4.2.d. Tra i documenti da presentare nella fase di deposito APE, contestualmente alla dichiarazione di ultimazione lavori, è necessario includere una dichiarazione di terzietà firmata dal Soggetto Certificatore?
4.2.e. Esistono dei valori predefiniti che definiscono l’importo del contributo che il Comune può richiedere per il rilascio di una copia certificata conforme dell’APE originale in suo possesso?
4.2.f. È da considerare valido un APE predisposto secondo il modello riportato nell’allegato C alla DGR VIII/8745 o nella DGR IX/1811 o secondo le disposizioni della DGR X/1216 oppure nell’Allegato D del DDUO 2456/2017, nel quale non venga correttamente riportata la mappa?
4.2.g. Ho un permesso di costruire protocollato presso il Comune competente nel periodo intercorrente tra il 26 ottobre 2009 e il 31 dicembre 2015. Quale procedura di calcolo devo utilizzare per redigere l’APE?
4.2.h. Ho un permesso di costruire protocollato presso il Comune competente nel periodo  intercorrente tra il 26 ottobre 2009 e il 31 dicembre 2015, al quale sopraggiunge una variante non essenziale protocollata successivamente al 31 dicembre 2015. Quale procedura di calcolo devo utilizzare per redigere l’APE?
Visualizzati 1 - 8 di 12 record.
Pagina of 2

Le F.A.Q. presenti nella sezione - elaborate a seguito di un attento esame della normativa regionale in tema di certificazione e efficienza energetica - esprimono l'opinione dell'Organismo Regionale di Accreditamento e non possono e non intendono sostituirsi a quelle fornite dal Legislatore.

Ultimi aggiornamenti F.A.Q.
Visualizzati 1 - 6 di 464 record.
Pagina of 78
Ricerca F.A.Q.