Servizi Regionali

6.2. Requisiti minimi da rispettare e verifiche richieste

Torna all'indice F.A.Q.
6.2.a. Quali sono le verifiche richieste dalla normativa regionale a seconda del tipo di intervento sull’edificio?
6.2.b. Quale metodologia di calcolo devo utilizzare per eseguire le verifiche previste dall’allegato al DDUO 2456/2017  per la compilazione della relazione di cui all'Allegato C (ex L.10/91)?
6.2.c. Quali sono i requisiti prestazionali da rispettare nel caso venga richiesta una variante al titolo abilitativo che alteri le prestazioni energetiche dell’edificio?
6.2.d. FAQ INSERITA NELLA SUCCESSIVA SEZIONE MEDIANTE CREAZIONE DELLA FAQ 6.3.N
6.2.e. FAQ INSERITA NELLA SUCCESSIVA SEZIONE MEDIANTE CREAZIONE DELLA FAQ 6.3.O
6.2.f. Quali sono gli obblighi di integrazione delle fonti rinnovabili previsti dal DDUO 2456/2017, per gli edifici di nuova costruzione o soggetti a ristrutturazioni importanti di primo livello?
6.2.g. Gli obblighi di integrazione delle fonti rinnovabili previsti nel punto 6.14, lettera c), del DDUO 2456/2017, possono essere assolti mediante impianto fotovoltaico che alimenti generatori di calore elettrici?
6.2.h. FAQ RIMOSSA PERCHE’ NON PIU’ ATTUALE AI SENSI DELLA NORMATIVA VIGENTE
Visualizzati 1 - 8 di 14 record.
Pagina of 2

Le F.A.Q. presenti nella sezione - elaborate a seguito di un attento esame della normativa regionale in tema di certificazione e efficienza energetica - esprimono l'opinione dell'Organismo Regionale di Accreditamento e non possono e non intendono sostituirsi a quelle fornite dal Legislatore.

Ultimi aggiornamenti F.A.Q.
9.1.h.

In fase di avvio del software CENED+2.0 viene riportato il messaggio "Impossibile caricare l'ultimo file XML utilizzato in quanto risulta non conforme al motore di calcolo CENED+2.0. Rivolgersi all'assistenza tecnica del software utilizzato per applicare le validazioni minime che consentono il caricamento del file." Cosa significa questo messaggio e cosa si deve fare in questi casi?
A partire dalla versione 1.1.9 del Software CENED+2.0 è stato aggiunto di un controllo in fase di avvio del software che verifica il danneggiamento dell'ultimo file in lavorazione, che provocava in alcuni casi il mancato avvio del Software CENED+2.0.
In tali casi sarà quindi possibile avviare correttamente il software e creare un nuovo edificio. Per consentire l'analisi e la valutazione di un possibile ripristino, anche parziale, del file danneggiato, qualora lo stesso sia stato precedentemente creato con il Software CENED+2.0 e non modificato esternamente al software stesso, sarà necessario aprire una segnalazione all'assistenza tecnica fornendo lo zip della cartella relativa all'edificio in questione che è possibile recuperare al percorso C:\Users\nomeutente\.cened2\DATA\nomeedificiodanneggiato

Ricerca F.A.Q.