Servizi Regionali
News CENED
Importazione file di terze parti in CENED+2.0

Si avvisano gli utenti che i file XML elaborati parzialmente con software commerciali devono essere importati in CENED+2.0 utilizzando esclusivamente la funzione “Importa file XML”

Con la pubblicazione della versione 1.1.4 di CENED+2.0, avvenuta in data 13 giugno 2016, è stato implementato un meccanismo volto a favorire la comunicazione tra i software commerciali e CENED+2.0 ed il conseguente scambio di dati.
Tale meccanismo, in continuità con quanto già accadeva con la versione CENED+1.2, consente agli utenti di software commerciali di utilizzare gli stessi per inserire solo alcuni dati (ad es. dati di involucro), esportare il file e continuare l’inserimento dei dati in CENED+2.0, per poi generare il file da depositare in Catasto ed il conseguente APE.
Per effettuare queste operazioni il software commerciale deve assicurarsi che la struttura del file da esportare verso CENED+2.0 sia coerente con quanto richiesto nelle specifiche funzionali (rilasciate alle software-house a partire dal 2 aprile 2014). Il controllo avviene tramite una semplice funzione che può essere richiamata dal motore di calcolo CENED+2.0, fornito alle Software-house.
La descrizione dettagliata del meccanismo e la corretta modalità di interazione con CENED+2.0 sono descritte in un documento dal titolo “Validazione e autenticità”, rilasciato alle software-house in data 23 marzo 2016. In data 14 aprile 2016 è stata inoltre fornita alle software-house una versione di CENED+2.0 che implementava già tale meccanismo, in modo da consentire loro un adeguato test prima della pubblicazione dello scorso 13 giugno 2016.
Seguendo tali specifiche, il software commerciale sarà in grado di generare un XML correttamente configurato, pronto ad essere importato in CENED+2.0 tramite la funzione “Importa file XML”, presente nel menù “File”.
A tal proposito si precisa che l’utilizzo di qualunque altra funzione presente in CENED+2.0, compresa la funzione “Importa edificio”, dedicata ai file creati e lavorati esclusivamente con CENED+2.0, è da ritenersi non conforme con quanto previsto nel documento “Validazione e autenticità” e pertanto potrebbe generare errori strutturali nei file, causandone il blocco e l’impossibilità di generazione dell’APE.