Servizi Regionali
Principali aggiornamenti
Entra in vigore il divieto di autocertificare in classe G

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 290 del 13 dicembre il decreto 22 novembre 2012 del Ministero dello Sviluppo Economico che contiene alcune novità in materia di certificazione energetica.
Il decreto modifica il DM 26 giugno 2009 (Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici) e prevede l’abolizione della possibilità per i proprietari di edifici “energivori” di autocertificare in classe G; tale opzione viene sostituita dalle procedure semplificate già richiamate nelle Linee Guida al par.5.2, punto 2) e 3) dell’Allegato A.
Il decreto chiarisce quali edifici non sottostanno all’obbligo di certificazione energetica: “box, cantine, autorimesse, parcheggi multipiano, depositi, strutture stagionali a protezione degli impianti sportivi e altri edifici a questi equiparabili in cui non è necessario garantire un confort abitativo”. E specifica anche che sono esclusi dall’obbligo di certificazione energetica al momento dei passaggi di proprietà i ruderi e gli immobili venduti nello stato di “scheletro strutturale” o “al rustico”.
La nuova norma definisce in maniera più chiara il ruolo degli enti che si occupano di garantire la conformità dei software commerciali nonché gli strumenti di riferimento che devono rendere disponibili.
Infine il decreto sancisce l’obbligo per gli amministratori degli stabili e per i responsabili degli impianti di fornire ai condomini o ai certificatori, da questi incaricati, tutte le informazioni e i dati edilizi e impiantistici, compreso il libretto di impianto (o di centrale) per la climatizzazione, necessari alla realizzazione della certificazione energetica degli edifici.
La disposizione si applica nelle Regioni che non hanno legiferato in materia.

 

Decreto Ministero dello Sviluppo Economico, 22 novembre 2012