Salta al contenuto

Superbonus 110%

 

La pagina è in continuo aggiornamento in ragione delle richieste di assistenza pervenute in relazione ad ulteriori chiarimenti e delucidazioni da parte di MISE - ENEA e attraverso il confronto con Regione Lombardia.
Si riportano nel seguito le FAQ riguardanti il Superbonus 110%.

Il Superbonus è un’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

Le nuove misure si aggiungono alle detrazioni previste per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, compresi quelli per la riduzione del rischio sismico (c.d. Sismabonus) e di riqualificazione energetica degli edifici (cd. Ecobonus).

Tra le novità introdotte, è prevista la possibilità, al posto della fruizione diretta della detrazione, di optare per un contributo anticipato sotto forma di sconto dai fornitori dei beni o servizi o, in alternativa, per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante.

I requisiti di prestazione energetica cogenti ai fini dell’accesso all’incentivo previsto dal Superbonus 110% sono definiti dal Decreto Requisiti Ecobonus predisposto in attuazione dell'articolo 14, comma 3-ter, del decreto-legge n. 63 del 2013.

 

L’APE ANTE E POST-INTERVENTO NECESSARIO PER L’INCENTIVO

L’Attestato di Prestazione Energetica (APE) è il documento informativo che permette di conoscere in modo semplice ed intuitivo le prestazioni energetiche dell’edificio ed è sempre riferito alla singola unità immobiliare, ovvero al subalterno catastale.

Per l’accesso all’incentivo fiscale previsto dal Superbonus 110% è necessario predisporre l’Attestato di Prestazione Energetica ante e post-intervento per ciascuna delle unità immobiliari coinvolte, così da dimostrare il possesso dei requisiti, tra cui il doppio salto di classe energetica o il raggiungimento della classe A4 nel caso in cui la classe ante-intervento fosse la A3.

Tali APE devono essere predisposti e depositati nel Catasto Energetico Edifici Regionale (CEER) in conformità a quanto definito dal D.d.u.o. 18 dicembre 2019 – n. 18546 e possono essere redatti esclusivamente da professionisti accreditati ed iscritti all’elenco dei soggetti certificatori di Regione Lombardia.

Per la predisposizione di tali APE non è ammesso l’utilizzo della modalità di calcolo Cened+1.2 di cui al punto 4.3 del D.d.u.o sopra richiamato.

 

IN CASO DI INTERI FABBRICATI: L’APE “CONVENZIONALE”

Nel caso in cui l’incentivo venga richiesto per interi fabbricati, ai sensi del punto 12 dell’Allegato A al Decreto Requisiti Ecobonus, occorre predisporre il cosiddetto “APE convenzionale”, così da permettere il calcolo degli indicatori e della classe energetica dell’intero edificio.

Ai fini della redazione dell’APE “Convenzionale” è pertanto necessario produrre e depositare presso il CEER gli APE delle singole unità immobiliari, ante e post intervento, secondo le disposizioni regionali di cui al D.d.u.o. 18 dicembre 2019 – n. 18546. La determinazione degli indici di prestazione energetica dell’edificio, considerato nella sua interezza, presuppone la necessità di calcolare gli indici di prestazione energetica delle singole unità immobiliari che devono essere desunti dai relativi APE depositati nel CEER.

L’APE Convenzionale deve essere predisposto secondo le indicazioni del Decreto Requisiti e pertanto, a differenza degli APE predisposti per singole unità immobiliari, non viene generato attraverso il Catasto Energetico Edifici Regionale e può essere predisposto anche da tecnici abilitati diversi dal certificatore energetico.

 

DOCUMENTI UTILI

Si riportano di seguito le FAQ predisposte al fine di fornire assistenza agli utenti riguardo le modalità di accesso agli incentivi per gli interventi edilizi e di cui al DL del 19 maggio 2020, n. 34, convertito con L.77 del 17/7/2020. Le risposte potranno essere in seguito ulteriormente integrate e ampliate ad altri temi, in funzione del confronto di Regione Lombardia ed ENEA e delle delucidazioni che emergeranno.

- FAQ CENED INERENTI IL SUPERBONUS 110%

- DECRETO RILANCIO

- DECRETO REQUISITI ECOBONUS

 

LINK UTILI

- Ministero dello Sviluppo Economico

- Agenzia delle Entrate

- ENEA